Logo matozzo giardino

La progettazione dei giardini non è una cosa semplice, bisogna tenere in considerazione molte variabili.

Il primo errore da non commettere è non sottovalutare la progettazione preliminare, limitandoti a pensare che gli spazi verdi siano solo un luogo dove accostare in maniera casuale piante diverse.

In realtà, per capire come realizzare un giardino, il primo passo è proprio quello di creare un progetto che tenga conto di una serie di elementi fondamentali.

Ecco le 7 regole importanti da seguire per iniziare a progettare un giardino.


1) Crea un giardino che rispetti la fisionomia del paesaggio

Facciamo un esempio: sarebbe armonioso progettare un giardino in campagna inserendo piante non locali?

Le piante in giardino devono sempre essere legate all’ambiente in cui sono inserite, all’omogeneità delle sue forme, alla naturalezza del paesaggio.

 

2) Organizza un giardino in base ai bisogni “funzionali”

Devi chiederti: “A cosa mi servirà?”, “Come lo voglio utilizzare?”.

Un giardino non nasce per caso: la naturalezza e la disposizione dei suoi elementi sono dettati da specifici bisogni, magari inizialmente inespressi, che un buon progetto può aiutarti a portare alla luce.

In fase di progettazione devi tenere sempre presenti le aperture di porte e finestre, sia per predisporre i percorsi funzionali, sia per godere appieno del giardino quando si è in casa.

 

3) Progetta il giardino in funzione degli spazi

Ogni angolo dei tuoi spazi verdi ha le sue caratteristiche: progetta il giardino evidenziandone i punti di forza e nascondendone i difetti.

Questo significa tener presente tre concetti importanti: proporzione, unità e linee geometriche.

  • la proporzione fa riferimento innanzitutto alle dimensioni dell’area verde: tutto quello che andiamo ad inserire deve essere proporzionato. Mai inserire piante troppo piccole o troppo grandi;
  • unità significa evitare di creare contrasti stridenti tra le tipologie di coltivazioni utilizzate;
  • le linee geometriche solitamente sono date da bordure e sentieri che hanno la funzione di condurre lo sguardo da una parte all’altra dello spazio. A questa funzione contribuiscono anche gli elementi naturali: alberi che si sviluppano in orizzontale regalano un senso di tranquillità; quelle verticali invece danno un senso di ordine e dinamicità.

 

4) Abbellisci un giardino con le giuste piante e fiori 

La scelta di piante e fiori da giardino varia molto a seconda dei gusti e dell’ambiente.

A livello tecnico la cosa da considerare è l’esposizione alla luce del sole: dai la preferenza a piante che si adattano bene al clima e alle condizioni dell’area.

 

5) Come sistemare il giardino con i mobili per esterno

Per l’arredamento del giardino bisogna tener conto di alcuni elementi importanti.

  • scegliere arredi di qualità, che siano in grado di:
    – resistere agli agenti atmosferici
    – unire comodità ed estetica
    – richiedere pochissima manutenzione
  • altro elemento da considerare sono i colori: se in giardino si utilizzano colori vivaci è meglio scegliere un arredamento in tonalità neutra. Eviterai in questo modo che i mobili per esterno nel tempo possano stancare.

 

6) L’impianto di irrigazione nella progettazione giardini

È un aspetto spesso sottovaluto, ma molto importante soprattutto in caso di giardini medio-grandi.

Esistono diverse tipologie di impianti (rotanti, oscillanti, a battente): la scelta va valutata sopratutto in base alla struttura e all’organizzazione del giardino

 

7) L'innovativo impianto di nebulizzazione anti zanzare completamente automatizzato.

Se stai progettando il tuo giardino per goderne in tranquillità durante la bella stagione, è bene prevedere un sistema che tenga le zanzare lontane.

Chiama per un sopralluogo gratuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *